Scritto il alle 16:14 da [email protected]

>UPDATE UNIPOL: RAGGIUNTA LA PARETE INFERIORE DEL CANALE RIBASSISTA DI LUNGO


In data 3 gennaio proprio su questo blog,esattamente qui , vi avevo segnalato il titolo Unipol.
In quel momento eravamo sugli 1,55 euro, e avevo evidenziato come si potesse puntare su un recupero deciso del titolo,con uno stop loss davvero strettissimo,con obiettivo dapprima area 1,7 e successivamente verso la parte inferiore del canalone ribassista che ha accompagnato il titolo fino all’estate 2012,salvo poi essere ceduto violentemente al ribasso.




Il movimento di recupero,come potete notare,si è arrestato per il momento esattamente sul preciso pullback di quella trend.

Fino a quando area 2 farà da supporto,non sono esclusi nuovi tentativi di test.
In ogni caso fino a quando 1,8-1,9 reggeranno non bisognerà preoccuparsi,nonostante la situazione di lunga rimanga sempre al ribasso.

Solo un rientro nel canale visibile sul grafico neutralizzerebbe il quadro tecnico,allontanando ogni possibilità di vedere nuovi minimi.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
La Banca Mondiale ha emesso per il mercato italiano una nuova Obbligazione per lo Sviluppo Sostenibile in dollari americani a tasso fisso. I proventi dell’obbligazione saranno utilizzati per attività di svil
Ftse Mib: prove di allungo per l'indice italiano che oggi tenta la rottura al rialzo dei 23.130 punti, ultimo livello importante di resistenza della fascia da noi più volte indicata compresa tra 22.860 e 23.130
La schizofrenia delle "machinette", il loro costante e continuo lavoro di giorno e di notte, testimonia, la paura e il panico che stanno per avvolgere i mercati alla fine di un ciclo economico e l'inizio del
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Marzo (range 21460 / 22938 ) [ uscita ri
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear market, ma che sarà propedeutica ad una correzione che potrebbe essere importante in concomitanza della prossim