Scritto il alle 12:47 da [email protected]

>LUXOTTICA: AREA 35-37,5 E’ TARGET(GIA’ RAGGIUNTO??) PER IL TITOLO,MA ALCUNI SEGNALI DI STANCHEZZA SI COMINCIANO A VEDERE

Come tutto il settore del lusso,che nel biennio  2011-2012,terribile per l’Italia, ha brillato di luce propria,anche Luxottica,come si vede bene dal grafico,ha avuto una performance davvero straordinaria,passando dai minimi di agosto 2011 poco sotto i 18 euro ai 35 visti nella giornata di ieri(praticamente raddoppiate le quotazioni).




Va dato onore e merito ai marchi che portano il made in Italy nel mondo di aver raggiunto risultati davvero straordinari,e questo lo si vede bene in tutti i grafici dei titoli del settore.

L’essersi avvicinata in maniera molto evidente nelle ultime giornate verso quella che era l’area target del rialzo per il titolo,ossia 35-37,5,da quando aveva rotto la forte area di resistenza posta sui 29-30 euro,comincia sicuramente a rendere meno appetibile la situazione tecnica,sebbene non vi siano segnali tecnici evidenti al momento di fine corsa.

Sicuramente si nota la stanchezza,anche dal calo dei volumi con cui è avvenuta l’ultima corsa rialzista,da un macd che su base settimanale non ha confermato al momento il massimo dei prezzi,e per finire dalla candela(ma mancano ancora due sedute per il close)non proprio carina da vedere soprattutto perchè arrivata su un livello chiave.

Certo questi sono indizi,perchè nessun altro elemento conferma tutto ciò. Rimane sempre possibile per il titolo,anche dopo una fisiologica correzione,provare un allungo verso la trend che unisce i massimi di lungo periodo,che rappresenta la parte alta dell’area di R.
Fino a quando comunque il titolo si mantiene sopra 30-31,5 nessun rischio concreto per il trend rialzista.

Viceversa un cedimento verso area 26,5-28 rappresenterebbe un ritorno alla neutralità.

Sembra evidente in ogni caso che,soprattutto se paragonato con il nostro indice,il titolo sia in una botte di ferro al momento.




VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembrava una settimana piatta e forse persin noiosa. In realtà è stata ricchissima di spunti che spesso l'occhio del trader non ha colto. Ma l'intermarket ha colto eccome. L'azionario USA ha continuato
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora sembra rispettato con buona precisione. Dovrebbe essere in partenza il sesto Intermestrale che, rispetto al MIB,
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Intersemestrale formato da due Intermestrali in corrispondenza della linea verticale gialla di destra, che sarebbe do
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si nota il Battleplan del ciclo Biennale che è abbastanza fedele all’andamento dei prezzi, ad eccezione dell’u
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le più frequenti anomalie riscontrate da quasi metà degli oltre 10mila automobilisti europei che finora hanno porta