Scritto il alle 18:56 da [email protected]

>UPDATE FTSE MIB: CEDUTA E POI RIPRESA L’IMPORTANTE AREA DI SOSTEGNO POSTA A 17200-17250,MA ATTENZIONE FINO A QUANDO 17500-17600 FA DA RESISTENZA


Ieri un pò ve l’avevo accennato nel commento sull’indice,quando tutto avviene in fretta tutto si complica un pò nelle valutazioni.

La correzione,l’avevamo detto, era attesa,sapevamo che il target prima era posto a 17200-17250,e sapevamo anche che al primo impatto bisognava entrare. Il problema è stato che ieri,complici le notizie su Saipem e di riflesso su Eni,tutto il mercato è venuto giù in picchiata dai massimi in prossimità dei 18000 fino ai 17250 toccati prima del close.



Il rimbalzo di prima ora verso i 17400 era scontato,quello che ha sorpreso semmai è stato il recupero partito dopo il break down di area 17200-17250,che si arrestato appena 100-120 punti sotto.L’unico appiglio per fermarsi li era che li transitavano i massimi di marzo 2012,niente piu,quindi non vi erano grandi ragioni per scommettere sul recupero,visto che anche la ema 25 daily era stata persa.
Però nel momento in cui l’indice è tornato sopra i 17200-17250,che per un pò ha fermato i recuperi, si è vista la vera forza,con uno strappo tutto d’un fiato verso l’ampia area di resistenza posta sui 17500-17600.

Tutta la fase di recupero è stata trascinata di fatto da Unicredito,che ne ha anticipato il movimento e la forza.Poi tutto il listino si è accodato,comprese Fiat e Enel che erano rimaste deboli fino all’ultimo.

Come vado dicendo da tempo,questa di oggi è stata la dimostrazione piu evidente che in un mercato del genere si comprano le correzioni,sicuramente non si shortano i movimenti correttivi.
E fino a quando i 16400-16700 indicati ieri nel grafico settimanale reggono le sorti dell’indice non vi sono dubbi che la strategia non deve essere cambiata.
Inutile comunque farsi grandi illusioni,senza che gli americani confermino i segnali visti sul daily da noi di sell di brevissimo(3 su 5 indicatori),noi difficilmente andremo molto piu giu di quanto già visto.
In ogni caso,per domani,da monitorare area 17500-17600,come si vede dal grafico a 30 minuti pubblicato sotto.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembrava una settimana piatta e forse persin noiosa. In realtà è stata ricchissima di spunti che spesso l'occhio del trader non ha colto. Ma l'intermarket ha colto eccome. L'azionario USA ha continuato
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora sembra rispettato con buona precisione. Dovrebbe essere in partenza il sesto Intermestrale che, rispetto al MIB,
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Intersemestrale formato da due Intermestrali in corrispondenza della linea verticale gialla di destra, che sarebbe do
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si nota il Battleplan del ciclo Biennale che è abbastanza fedele all’andamento dei prezzi, ad eccezione dell’u
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le più frequenti anomalie riscontrate da quasi metà degli oltre 10mila automobilisti europei che finora hanno porta