Scritto il alle 17:01 da [email protected]

>UPDATE APPLE: IL TITOLO AGGRAPPATO CON I DENTI E CON LE UNGHIE A SUPPORTI FONDAMENTALI,ROTTI I QUALI SI ASSISTEREBBE A UN NUOVO VIOLENTO SELL-OFF


Lo sappiamo tutti, Apple è stata una delle più belle storie borsistiche degli ultimi 10 anni,assolutamente motivata peraltro,visto che l’azienda di Cupertino ha fatto da guida nel campo dell’innovazione tecnologica,rivoluzionando nel vero senso della parola il settore.


I-pod,i-phone e ipad sono stati i gioielli che hanno portato allo straordinario cammino rialzista che vedete nei grafici allegati,arrivando però,come spesso accade in queste situazioni,alla tipica situazione di eccesso da bolla speculativa,con  il titolo che è finito per  capitalizzare 1,5 volte la borsa italiana sui massimi toccati lo scorso settembre poco sopra i 700 usd.

Lo abbiamo detto e lo ripetiamo:Apple non sarà come tante altre storie di bolle speculative finite male. Ma che il titolo debba tornare verso prezzi di maggiore equilibrio,più sostenibili anche in relazione a utili e margini difficilmente ripetibili in futuro(a meno che non si continui a fornire novità straordinarie come lo sono state i-pod,i-phone e i-pad),è nella logica delle cose.

A che livello e quando questi prezzi di equilibrio
saranno raggiunti è presto per dirlo,ma di sicuro sarà un cammino lento e pieno di ostacoli,come sempre accade quando una bolla viene ridimensionata.

Partiamo dunque dal grafico daily.


Come potete vedere,dopo l’imponente gap down che ha portato il titolo in una seduta giù del 10%,siamo arrivati subito nell’importante area posta sui 435(38,2 di fibo dell’intero movimento di rialzo)-445,dove transita la trendline rialzista di lungo periodo. Sembra evidente come si stia lavorando da due settimane a contatto con questi importantissimi livelli,che rotti al ribasso potrebbero scatenare un altro violento sell off,anche se al momento sembra piu probabile un pullback verso i 485-500 usd. In ogni caso va ricordato che fino a quando l’ampia area posta tra i 525-550 manterrà i prezzi,nessuna possibilità di mettere fine alla pressioni ribassiste dovrà essere presa in considerazione.

Guardiamo ora i grafici weekly e monthly.


Questi grafici ci fanno vedere bene come il segnale di sell(preannunciato da divergenze ribassiste enormi in settembre 2012) sia venuto con il break down di 600 usd,perfettamente pullbackati dopo il test dei 500. Anche qui si nota bene l’importanza dei livelli testati,ma anche quanto possa essere profondo il potenziale di downside nel caso in cui questi livelli venissero violati al ribasso.

Sotto infatti non ci sarebbe più nulla di importante fino ai 275-325(61,8 di fibo dell’ultimo movimento di rialzo,supporti statici,ema 100 monthly),con livelli intermedi posti sui ben noti 360-390,che però dovrebbero essere buoni solo per smaltire gli eccessi di breve,magari effettuando un pullback sulla trend ceduta.

La massima estensione ribassista,a mio modo di vedere,la collocherei sull’ampia area 175-225(dove transitano importantissime trendline e il massimo del 2007),che costituirebbe senza ombra di dubbio un livello straordinario(se ci arriverà sarà solo con spike secondo me) per considerare completamente riassorbita la bolla.Ma per raggiungere questi livelli,servirebbe un netto e deciso crollo delle quotazioni degli indici americani,di cui in questo momento non se ne vede nemmeno l’ombra.
Inizierei a dare credibilità a questo scenario con un cedimento di 2650-2675 di nasdaq 100,ma solo un break di 2450-2500 mi convincerebbe del tutto che tale possibilità possa concretizzarsi.

Andiamo per gradi però,per il momento la trend è ancora li a fare da supporto,quindi non vi sono ragioni per guardare oltre.Da monitorare l’eventuale cross ribassista della ema a 25 weekly sulla 65,meglio ancora se confermato dalla 100.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con esclusiva f
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Marzo /Aprile (range 21460 / 24074 ) [ i
Un nuovo profilo dedicato ai clienti professionali. È questa l'ultima novità introdotta da ActivTrades, broker londinese specializzato nella negoziazione di forex e cfd. Un profilo pensato e dedicato alla clie
Ieri all'improvviso una tempesta perfetta si è abbattuta sul nostro Paese, sembra davvero di essere tornati indietro di circa sette anni, a quel tragico 2011, l'attacco speculativo scatenato dalla decisione
Ftse Mib: tenta il rimbalzo il Ftse Mib dopo un'altra seduta, quella di ieri, fortemente orientata al ribasso. Ieri il listino italiano ha lasciato aperto un gap down che potrebbe essere di esaurimento, anche se