Scritto il alle 10:58 da [email protected]

>UPDATE MEDIOBANCA: IL BREAK DOWN DELLA TRENDLINE RIALZISTA,SIA SUI PREZZI CHE SUL MACD,HA PORTATO A UNA DECISA ACCELERAZIONE AL RIBASSO.VEDIAMO DOVE E’ DIRETTO IL TITOLO.


Il doppio test della trendline ribassista di lungo,in area 5,6-5,7,è stato fatale per Mediobanca,innescando un violento movimento correttivo,con un gap down molto deciso nella giornata di ieri,che praticamente in sole due sedute ha portato già un ribasso di circa un euro.




Come potete vedere dai grafici daily e weekly,abbiamo avuto il break down sia sulla trendline rialzista sui prezzi che di quella sul macd,e ciò spiega anche l’impulsività e la direzionalità del movimento,che lascia pochi spazi ai recuperi.

Area 4,4-4,55 è sicuramente quella indiziata, quantomeno come target intermedio, da cui provare un rimbalzo tecnico,anche deciso.

Ma è evidente dai grafici come il titolo potrebbe dirigersi  verso i 3,9-4 euro,smaltiti gli eccessi di breve,senza comunque cambiare ancora il quadro di neutralità,attivato con il forte rialzo partito dai minimi di fine luglio 2012,in area 2,3-2,5,e arrivato appunto fino ai 5,5-5,7.

Solo sotto quest’ultima area infatti si riattiverebbe il movimento ribassista di lungo,cosa però al momento sicuramente improbabile.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembrava una settimana piatta e forse persin noiosa. In realtà è stata ricchissima di spunti che spesso l'occhio del trader non ha colto. Ma l'intermarket ha colto eccome. L'azionario USA ha continuato
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora sembra rispettato con buona precisione. Dovrebbe essere in partenza il sesto Intermestrale che, rispetto al MIB,
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Intersemestrale formato da due Intermestrali in corrispondenza della linea verticale gialla di destra, che sarebbe do
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si nota il Battleplan del ciclo Biennale che è abbastanza fedele all’andamento dei prezzi, ad eccezione dell’u
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le più frequenti anomalie riscontrate da quasi metà degli oltre 10mila automobilisti europei che finora hanno porta