>ALCUNE CONSIDERAZIONI A CALDO SULLA RIELEZIONE DI NAPOLITANO A PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Scritto il alle 11:12 da [email protected]

>Per capire davvero come stanno le cose, bastava guardare ieri la faccia gongolante di Berlusconi e del suo fedelissimo entourage, ripresi in parlamento mentre quasi festeggiavano con champagne e caviale – cosa che avranno fatto sicuramente dopo – per la riuscitissima operazione della rielezione di Napolitano a presidente della Repubblica – fatto storico mai successo prima quello di un secondo mandato a un presidente uscente.




Non c’è affatto da meravigliarsi di tanta euforia – dato che peraltro il nome di Napolitano è venuto fuori proprio da un idea di Berlusconi, rilanciata da Bondi, che di idee non ne ha una  manco a pagarlo, se non indicata dal capo – , se si pensa che nei giorni scorsi si è passati da un nome che avrebbe tutelato gli enormi interessi del Pdl e soprattutto del suo leader, come Marini, a uno che invece sarebbe stato assolutamente pericoloso per gli interessi stessi, come Prodi – silurato ancora una volta sempre da quel D’alema, ben noto nel corso degli ultimi 20 anni solo per aver lavorato nel Pd per conto di Berlusconi.

E che dire di Bersani: pensare che prima delle elezioni c’erano tanti che si facevano in quattro per dire che lui è diverso dagli altri, che è una brava persona,che merita fiducia. 
Sulla brava persona potremmo anche discutere, ma se ancora oggi avete dei dubbi sul fatto che non sia per niente diverso dagli altri, beh….non so veramente cosa altro vi serva per capire come stanno le cose davvero.
Nella gestione del Pd in campagna elettorale e negli ultimi 2 mesi dopo le elezioni ha dimostrato il peggio di quel che si poteva aspettare perfino nelle aspettative più pessimistiche: il fatto stesso che nella primissima fase ha fatto di tutto per far pensare che l’unica possibilità per lui era quella di approcciare Grillo e il M5S, escludendo ogni velleità di governo di larghe intese, auspicato da subito da parte del Pdl – ” ti conosco, mascherina” disse a Berlusconi, sigh….- per poi passare con una giravolta da acrobata falso al mega inciucio con tutto l’arco parlamentare, escludendo – badate bene – proprio gli alleati in campagna elettorale del Sel  e  il M5S, prendendosi nel frattempo un paio di sciaquadenti dai tantissimi traditori di  un partito ormai ridotto a un colabrodo, la dice lunga sul personaggio, che a questo spunto speriamo almeno sparisca presto dalla scena, assieme ai vari D’alema, Bindi, Finocchiaro, e compagnia bella!!!

E non fatevi ingannare dalle frasi trionfalistiche di tutti i coprotagonisti di questa vera e propria vergogna, verso un popolo davvero esausto e sfinito da tutto ciò, finalizzata esclusivamente al presidio del potere ad ogni costo,  costi quel che costi.
 Se Napolitano ha accettato questo secondo mandato, che aveva categoricamente escluso fino a poche ore prima, a 87 anni, è solo dietro dettagliate e precise garanzie di avere già in mano un governo del presidente, che ratifichi definitivamente il mega inciucio, con esponenti politici del Pd, del Pdl e di Scelta civica.
Ossia un minestrone di tutti quelli per cui ognuno di voi, andando alle urne, avrebbe fatto qualsiasi cosa per non votare!!!!
L’obiettivo è chiaro: guadagnare tempo, ancora una volta, come è già avvenuto con l’arrivo di Monti  a premier nel novembre del 2011- eh si…ricordate bene…il professorino antipatico che per un anno e mezzo ha saputo solo creare nuove tasse e inasprire a piu non posso quelle esistenti -, su indicazioni dell’Europa, sotto la regia proprio di Napolitano, che ne ha guidato e protetto le sorti per tutto il tempo.

Mantenere lo status quo, far finta di cambiare per non cambiare nella sostanza un bel nulla, fottendosene di tutto e tutti.
Prima delle elezioni lo avevamo detto a chiare lettere nei nostri articoli pre-elettorali (se non li avete letti, fatelo: 12 e 3) quali erano i motivi per votare M5S e   per non votare tutti gli altri.

Se prima avevate dei dubbi, credo che tutte le manovre di questa classe politica parassitaria, corrotta, incapace, strafottente, indegna, che ha portato a questa rielezione di Napolitano, che è propedeutica al  governissimo del presidente, per realizzare il programma dei 10 saggi – credetemi…sono contrastato tra morire dal ridere e piangere a dirotto, in stile Fantozzi in andropausa – li avrà fugati ampiamente tutti.

Un ultima nota: non so se qualcuno di voi ha visto l’intervista fatta da Mentana a un raggiante Mario Monti – che tanti schiaffi ha preso dalle urne – in serata sullo speciale La7 di ieri. Con la solita aria di professorino arrogante, ha ammonito tutta la stampa e i giornalisti, e nella fattispecie Mentana, che un secondo dopo ha risposto inquadrando la piazza gremitissima di Montecitorio, di dare troppo risalto alle proteste di Grillo e delle persone in piazza.
Come dire, la situazione l’abbiamo bene in pugno noi, e state attenti a quello che fate.

Spero di sbagliarmi, ma sono sempre più convinto che faremo un gran fatica a uscircene  con le buone da questa situazione, nonostante in tanti stiano cercando di chiedere e fare solo questo!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
8 commenti Commenta
Anonymous
Scritto il 21 aprile 2013 at 12:34

>Ineccepibile il tuo concetto ed ineccepibile soprattutto la parte…… "ma sono sempre più convinto che faremo un gran fatica a uscircene con le buone"……i libri di storia sono tutti uguali, se non con le buone, sarà allora con le cattive!

Salvatore Rovito
Scritto il 21 aprile 2013 at 12:43

>
Purtroppo è cosi, soprattutto per la storia italiana….anche se devo dire che stavolta, a differenza di molte altre volte, dal popolo sono arrivati, tanti pure, segnali e richieste di cambiamento non violento,all'interno di regole democratiche. Ma è la vecchia classe politica che soffoca sul nascere, assieme agli apparati e burocrati che hanno interessi altissimi da proteggere e difendere ad ogni costo, ogni velleità di cambiamento

Anonymous
Scritto il 21 aprile 2013 at 16:25

>Personalmente credo, sebbene spero non accada, che ci ritroveremo catapultati agli anna '70, ovvero agli anni di piombo, ma non credo che saranno gli estremisti i protagonisti bensì la gente disperata. Rivivremo gli scontri tra forze dell'ordine e cittadini. La salvezza sarebbe che anche le forze dell'ordine si schierino con i cittadini mettendo di fatto la classe dirigente con le spalle al muro. Questo ultimo punto è un po' improbabile, per cui temo fortemente per la prima ipotesi. Oggi noi votiamo alle regionali mi auguro che ci sia un segnale e che il M5S trionfi, non perchè ne sia un accanito sostenitore però molte delle loro idee sono innovative e quindi è giusto dare una possibilità a loro, visto che tutto il resto ne ha già avute troppe, FALLENDO! saluti Massimo da UD

Anonymous
Scritto il 21 aprile 2013 at 20:58

>con questo tuo post si scagiona renzi, si demonizza monti e si esalta grillo …..la colpa è sempre degli altri …rispetto il tuo punto di vista….ma la giungla del pd è talmente complicata che alcune semplificazioni portano in errore, anche grillo ha le sue responsabilita' visto che è stato corteggiato x 2 mesi…poi è chiaro che hanno avuto la scusa di fare l'inciucio …..vedremo alle regionali chi ha avuto ragione …perche' alla fine noi possiamo dire quello che vogliamo ..ma sono i voti quello che contano. ranger

Salvatore Rovito
Scritto il 22 aprile 2013 at 10:04

>
Ciao Massimo. Spero sinceramente che non si arrivi a tanto, anche se razionalmente credo sarà inevitabile che quantomeno i livelli di tensione salgano in assenza di risposte concrete dall'alto (date le condizioni economiche sempre piu disperate). Condivido che gli unici a costituire un baluardo per uscircene con le buone sono quelli del m5s, soprattutto perchè è l'unico modo di fare piazza pulita di quegli altri che hanno messo un cappa asfissiante sul paese. Altrimenti…prepariamoci…sarà con le cattive

Salvatore Rovito
Scritto il 22 aprile 2013 at 10:10

>Io non scagiono renzi (che ha operato nell'ombra, che ambisce a guidare il pd e quindi per ovvie ragioni vuole creare quanto prima le condizioni per farlo, ma che costituisce secondo me il miglior esempio di democristiano prestato alla sinistra, e per questo molto simpatico a Berlusconi non a caso). Io demonizzo assolutamente monti, perchè i fatti mi hanno dimostrato già nel suo anno abbondante di governo di che pasta è fatto, e semmai avessi avuto dei dubbi, la sua campagna elettorale e il post elezioni li hanno chiariti benissimo(è un burattino in mano alla trojka che fa solo i loro interessi e certo non quelli del paese, basta vedere i dati ufficiali che stanno arrivando dopo i suoi provvedimenti hanno avuto effetto per capire quale sia stato l'esito della sua azione di governo). Grillo non lo esalto, perchè ancora non ha avuto modo di fare nulla praticamente, ma il suo movimento rappresenta in questo momento sicuramente l'unico baluardo di cambiamento, e il fatto di come si siano uniti per mettergli all'angolo, isolandoli, nell'emiciclo gridando "buffoni, buffoni" tutti uniti ai grillini la dice lunga su come stanno le cose. Se non ancora non ti sono chiare queste cose, non so veramente cosa deve accadere perchè lo siano….

Anonymous
Scritto il 22 aprile 2013 at 14:02

>Giusto Salvatore, a mio parere il PD non è mai esistito, troppi galli nel pollaio, Renzi è l'ultimo, sebbene all'inizio mi ha dato una buona impressione, con l'andare del tempo mi è parso il classico arrivista. Aggiungo che non si tratta di idolatrare il M5S ma bensì di far capire che tutta questa classe politica se ne sbatte del cittadino. Inoltre il M5S si è ben guardato di dare appoggio a chi lo chiedeva (PD) ed i fatti gli han dato ragione, se avesse accettato sarebbe imploso assieme al PD. Per chiudere, pur non essendo concorde con l'atteggiamento del M5S tenuto all'annuncio del PdR, voglio far presente che il "BUFFONI,BUFFONI…" gridato dagli altri parlamentari non è esempio certo di educazione, perchè caro il mio anonimo quel BUFFONI lo hanno gridato al M5S e di conseguenza a tutti i cittadini Italiani, visto che i componenti del M5S non sono politici di professione ma semplici cittadini entrati nel Parlamento. Pensiero mio finale, "a criticare siam tutti capaci ma ad agire no"
Saluti Massimo da Udine.

Salvatore Rovito
Scritto il 22 aprile 2013 at 14:20

>
C'è un problema di fondo, che tutti dimenticano quando dicono a Grillo che è facile criticare, inveire, etc etc: tutti gli altri, dal pdl al pd a monti, hanno avuto l'opportunità di governare (berlusca addirittura in 10 degli ultimi 13 anni) e hanno fatto capire benissimo che cosa sono.
Il m5s(di cui Grillo ne coordina il movimento, ma che non è ne candidato premier, ne parlamentare) invece no. Saranno inesperti, saranno tutto quello che votete.Ma diamine dico io, gli altri avete già visto chi sono e che cosa hanno fatto: lo dicono chiaro le macerie che hanno lasciato.
Potranno anche fare qualche errore di gioventu, ma non gli si può negare la buona fede,e soprattutto la volontà vera di fare qualche cosa di buono per il nostro paese.
Certo, per il momento loro sono solo ancora una promessa.
Gli altri però sono assolutamente una certezza!!!!

Articoli dal Network di Finanza.com
Ancora laterale Piazza Affari, un movimento che ha interessato l'indice italiano fin da inizio mese. Il livello operativo da monitorare quest'oggi è espresso dalla resistenza di brevissimo a 22.480 punti, il cu
Come di consueto aggiorniamo la previsione dell’indice Cinese, che sembra essere sempre più vicino ad un grande massimo. Si può notare come l’andamento, se pur di intensità diversa, è simile a quello
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2017 Setup Mensile: ultimo Agosto (range 21329 / 22065 ) [ uscita rialzista ]
Lo SP500 torna in area di forte ipercomprato ma non si vedono gradi correzioni all'orizzonte. Quindi ci sono i presupposti per la continuazion di questa incredibile storia di megatrend rialzista. [Guest post]
Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all'inizio del 2016 con il bail-in, loro non fanno che il proprio lavoro, hanno ricevuto l'informazione riservata dalla BCE, sanno che i ris