>RISPOSTE A UN QUESITO DI UN LETTORE SUI CONSIGLI DI DIARIO DI UN TRADER

Scritto il alle 11:37 da [email protected]

>Prendiamo spunto da una mail di un nostro lettore di Salerno per chiarire alcune cose importanti, visto che sempre più frequentemente stanno arrivando input di questo tipo via mail e skype.


Ciao Updown, sono Francesco, ti scrivo da Salerno……….
….Ho seguito operativamente diverse indicazioni arrivate da vostri report: su tutte cito recentemente quella su Unipol, comprata a 2,15 e venduta a 2,65, quella su Parmalat, comprata a 1,95 e venduta a 2,25, e quella su Unicredit, comprata a 3,21 e venduta a 3,9. Davvero ottimi guadagni in poco tempo. E questo grazie a voi……
…..Volevo approfittare di questa mail di ringraziamento, però, per chiedervi come mai non fate una sezione a pagamento, con segnali operativi quotidiani, e non occasionali come è ora, aggiungendo anche una newsletter magari, e con alert via mail??? Questo lo chiedo anche perchè ultimamente vedo sempre meno indicazioni operative su titoli e sempre più consigli generali e analisi economiche  e politiche…..
….grazie comunque per il bel lavoro fatto finora
Francesco – Salerno”

Pubblichiamo le parti di interesse pubblico di questa mail, semplicemente perchè è arrivato il momento di fare chiarezza su alcune cose, visto il numero crescente di mail di questo tipo.

Diario di un trader nasce per pura passione, e non certo con l’obiettivo di diventare un sito di segnali a pagamento, visto che peraltro già ce ne sono in abbondanza. Come avete visto in questi primi mesi di attività, si è cercato di avere un equilibrio tra analisi macro, commenti sui mercati, economia e politica, e analisi tecnica di indici, titoli, valute e qualche commodity. L’obiettivo è quello di portare nuovi contributi – oltre a quello partito da poco con Mario Scilla – cercando di offrire sempre più spunti e indicazioni a chi ci segue.

Ci sono diverse idee in fase di sviluppo, che vedranno la luce in un prossimo futuro, ma nessuna di queste prevede evoluzioni verso una sezione a pagamento per segnali operativi. 
Questo vogliamo metterlo in chiaro per evitare di dover rispondere continuamente a quesiti di questo tipo.

C’è un progetto, invece, ancora a livello assolutamente embrionale, di ben altra portata, che si basa sull’idea di fare qualcosa di totalmente nuovo e innovativo, e rivolto non solo ai traders. Ma di questo vi parleremo non appena e se matureranno le condizioni.

Per il momento, continuate a seguirci, e perchè no, a dare suggerimenti e critiche, ricordando sempre che tutto il modesto lavoro svolto da Diario di un trader è fatto per pura passione, in maniera gratuita, ritagliando fette di tempo libero dagli altri impegni quotidiani.


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
2 commenti Commenta
franco sambo
Scritto il 1 maggio 2013 at 07:46

>Ciao, ti seguo spesso su finanzaonline ( nightdrake) e ti considero una persona competente.
Se tu facessi una sezione a pagamento sarebbe la fine del tuo sito/blog perche, a mio parere, le rete non sopporta il pagare un qualcosa che , essendo sempre dele previsioni piu o meno precise, troverebbe su altri siti concorrenti gratis. Invece ci sono delle idee alternative, altrettanto remunerative che possono essere utilizzate per monetizzare un po le proprie conoscenze. F.

Salvatore Rovito
Scritto il 2 maggio 2013 at 13:11

>
ciao Franco
Come ho già detto non è mia intenzione fare questo, anche perchè per il momento si tratta semplicemente di una passione coltivata ritagliando spazi dal tempo libero, che non compromette la mia attività di trader a tempo pieno.
Il progetto invece di cui parlo sopra è qualcosa di ben diverso, e soprattutto molto piu articolato, di cui il trading sarà solo una piccola nicchia. Ma come detto sopra, ne parlerò solo se e quando matureranno tempi e condizioni, e comunque il blog rimarrà sempre attivo e free anche in caso di partenza di questo progetto!!!
Saluti

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembrava una settimana piatta e forse persin noiosa. In realtà è stata ricchissima di spunti che spesso l'occhio del trader non ha colto. Ma l'intermarket ha colto eccome. L'azionario USA ha continuato
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora sembra rispettato con buona precisione. Dovrebbe essere in partenza il sesto Intermestrale che, rispetto al MIB,
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Intersemestrale formato da due Intermestrali in corrispondenza della linea verticale gialla di destra, che sarebbe do
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si nota il Battleplan del ciclo Biennale che è abbastanza fedele all’andamento dei prezzi, ad eccezione dell’u
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le più frequenti anomalie riscontrate da quasi metà degli oltre 10mila automobilisti europei che finora hanno porta