>L’OPERAZIONE MAQUILLAGE – MARKETING DEL GOVERNO LETTA E’ RIUSCITA. LA LENTA AGONIA DELL’ITALIA PUO’ CONTINUARE!!!!

Scritto il alle 16:45 da [email protected]

>E’ francamente deprimente il favore, l’entusiasmo quasi, con cui è stato accolto il governo Letta. 
Se dai media, come al solito totalmente asserviti – ad eccezione delle solite e ben note voci fuori dal coro -, c’era in qualche modo da attenderselo, visto  oltretutto che ora le controparti sono tutte assieme, è davvero degno di nota come tale operazione sia riuscita addirittura a ridare speranza e fiducia nel futuro a tanti nostri concittadini, illusi soprattutto dalle tante facce apparentemente nuove di cui è stato infarcito il nuovo governo.


Se non fosse per la situazione sempre più disperata in cui si trova il nostro paese, ci sarebbe quasi da ridere!!!
Basta andare in un bar a prendere un caffè per sentire le cose in assoluto più curiose e divertenti. E tra queste,  in assoluto la più allucinante è quella sull’IMU!!!

Stanno tutti tirando un sospiro di sollievo, per la sospensione – e non l’abolizione, sia chiaro – e solo per giugno tra l’altro,  di questa odiata tassa, che peraltro il fenomenale Monti ha reso definitiva, e non temporanea fino al 2015 – come inizialmente previsto -, giusto qualche ora prima di tornare ad eclissarsi, come senatore a vita (complimenti davvero per il bel lavoro!!!).


A parte il fatto  che potete star certi, invece di essere felici, che l’unica cosa che si otterrà di tutte queste promesse sarà di pagare diversamente, magari con nuove tasse o aumentando quelle esistenti, quello che non pagherete con l’Imu.


Ma poi, scusatemi: Berlusconi non la vuole, e ha messo la pregiudiziale sulla fiducia al nuovo governo proprio sull’Imu ; Letta ha precisato che era nei programmi del Pd cambiarla radicalmente fino al totale superamento; Casini ha detto che è una ingiustizia da eliminare subito; etc etc.

Ma chi diavolo l’ha votata sta legge poco più di un anno fa????

E’ incredibile come ci sia uno sforzo, ben assecondato da televisioni e giornali, di fare sembrare tutti migliori, tutti più nuovi e soprattutto come se le scelte che hanno messo in ginocchio il paese siano state fatte da altri.


Sia chiaro, non è un caso che il maquillage voluto fortemente per la scelta dei ministri durante la formazione di questo nuovo governo, abbia attentamente lasciato ben nascosti tutti i dinosauri che hanno guidato le redini del paese negli ultimi 20 anni – nonostante ovviamente siano sempre questi a comandare tutto.


Il caso di Mario Monti è il più eclatante: è letteralmente sparito, eclissato, scomparso manco fosse un fantasma. Bisogna farlo dimenticare alla gente, che è tornata ad avere speranza e fiducia, e ora che gli han tolto – momentaneamente, in attesa di decidere come farla pagare diversamente – l’Imu, sono tutti felici e contenti!!!!


L’operazione maquillage- marketing dunque ideata da Berlusconi, presa al volo da Bersani – anche lui, ma dove è finito???- e Monti, e suggellata da Napolitano, è perfettamente riuscita.


Chi è causa del disastro di questo paese, che da solo non è riuscito a fare altro in 20 anni che danni su danni, vuole ora proporsi come soluzione per uscire da questo disastro, mettendosi insieme a tutti quelli con cui ha fatto finta di fare opposizione!!!


Povera Italia: in che mani siamo.


Non illudetevi, cari amici di Diario di un trader.


Tutta l’operazione ha pochi semplici obiettivi. Prima di tutto far sembrare che tutto cambi, quando invece nella sostanza non è cambiato proprio un bel nulla. 

Si pensi ad esempio ad Alfano: il famigerato ministro della giustizia che ha macinato leggi ad personam per salvare Berlusconi dai suoi processi, ora adorato dal Pd che tanto lo aveva- apparentemente- attaccato a suo tempo. Ora sembra quasi un altra persona, tanto che Letta non perde occasione di abbracciarlo, come già fatto in passato da Bersani.

Poi, mettere i grillini e il M5S in un angolo, isolandoli e non dare loro nemmeno le commissioni di garanzia di copasir e vigilanza rai, da sempre riservate all’opposizione.


Infine, gli obiettivi più importanti.


Un altra legislatura tranquilla e serena per il cavaliere, sia dal punto di vista giudiziario, da sempre unica sua vera preoccupazione, che economico. E a 76 anni, credetemi, questo non è poco. 

Oltretutto, essendo ora assieme, per la prima volta, a tutti quelli che hanno finta di fare opposizione da quando lui è sceso in politica – “perchè amo il mio paese” disse…- nessuno nemmeno proverà a parlare più di conflitto di interessi, di Ruby, dei suoi processi, nè tantomeno vi potrà mai essere rischio alcun per eventuali autorizzazioni a procedere da parte di qualche procura. Amen!!!

Bersani, D’alema, Franceschini, Bindi e compagnia bella, avranno anche loro un bel pò di tempo per fare ingoiare e dimenticare al loro elettorato le porcherie che han combinato. Si tratta di stare un pò nell’ombra per un pò, tutto qui. Ma tanto a tirare le fila dei “giovani” che hanno messo la faccia saranno sempre loro. Per non parlare del fatto che cosi si sono assicurati, se non l’insabbiamento, quantomeno l’allontanarsi dei riflettori dalla vicenda MPS, e i relativi scheletri nell’armadio che porta con se,  che tanti problemi poteva portare, soprattutto se a controllarli ci fossero stati quelli del M5S.


Si è preso un altro bel pò di tempo, insomma. All’inizio si cercherà di far finta di fare qualcosa, soprattutto di dare qualche contentino alla popolazione avvilita e stremata dalla crisi.

Ma alla fine, non abbiate dubbi, tutti i nodi verranno al pettine.
E anche noi finiremo prima o poi nel tritacarne delle decisioni imposte dall’alto da parte dell’Europa.

A meno che non crediate davvero che gli elefanti abbiano imparato a volare……..


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
1 commento Commenta
Anonymous
Scritto il 7 maggio 2013 at 22:45

>Bellissimo articolo

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSE Mib: l'indice apre al ribasso rompendo in gap down il supporto statico dei 22.200 punti e la trend line rialzista di breve periodo descritta dai minimi del 20 novembre e 1 dicembre. Il FTSE Mib si avvicin
Ieri Mario Draghi nella conferenza stampa di fine anno, ha detto che la BCE non ha discusso dell'eventualità di slegare il QE dall'andamento dell'inflazione. Se qualcuno lo conosce, visto che ieri ha an
A tutt’oggi non è ancora sufficientemente definito cosa indichi l’espressione “investire in economia reale”, perché tutti gli investimenti attengono al reale e non al metafisico, anche quando si tratta
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2017 Setup Mensile: ultimo Ottobre (range 22021 / 22899 ) [ in attesa ] barra
La sfida low cost nei cieli si sposta sempre di più sulle rotte intercontinentali e Norwegian Airlines lancia 4 nuove rotte transatlantiche tra cui l'atteso collegamento diretto Milano-Los Angeles, che manc