>UPDATE FTSE MIB: LA SITUAZIONE SI E’ NUOVAMENTE COMPLICATA, ANCHE PERCHE’ STAVOLTA GLI INDICI AMERICANI "SEMBRA" FACCIANO SUL SERIO

Scritto il alle 10:20 da [email protected]

>Chi segue il blog chiuso tradingupdown sa bene come avevamo fatto notare  che la figura in formazione sul grafico orario, dopo il primo tentativo di break down di area 16000-16050 settimana scorsa prontamente recuperato date le condizioni tiratissime di breve,  avesse tutte le caratteristiche di una classica flag di continuazione ribassista, al cui cedimento ci si sarebbe dovuti aspettare una nuova accelerazione stavolta decisa e senza false rotture dei livelli di supporto suddetti.





FTSE MIB 60 MINUTI


Come potete vedere, la rottura ribassista della flag, avvenuta già mercoledi in close, sia stata solo il segnale premonitore di quel che sarebbe accaduto ieri (proprio sulla nostra pagina facebook ieri mattina avevamo avvisato di come stavolta potesse essere diversa da quanto accaduto giovedi scorso, con il gap down poi recuperato). Peraltro ieri gli indici americani ( che dopo le parole di Bernanke che ha solo accennato l’intenzione, a partire da fine anno, di ridurre “gli stimoli all’economia” – nel frattempo continuerà a comprare ancora però 85 miliardi di dollari al mese….ma ai tossici la droga non basta mai…ne vogliono sempre di più!!! – sembrano avere iniziato una correzione degna di tale nome) hanno chiuso sotto livelli di supporto importanti (1590-1600 sp500, 2900 nasdaq 100), anche se ovviamente servirà avere conferme dal  close settimanale prima, e mensile poi tra qualche giorno, per considerare affidabili le rotture – peraltro sp500 ha proprio in area 1565-1580 un supporto daily importante.

Sul nostro Ftse mib dunque siamo tornati in condizione di allarme rosso, in cui senza dubbia rimarremo fino a quando i 16000-16050 faranno da resistenza. Come si può notare dai grafici daily e weekly allegati, a questo punto  sembra scontato un ritorno verso i 15200-15300 (dove transita la trendine rialzista che ha sorretto i prezzi anche lo scorso aprile), che sembra essere l’ultimo baluardo a cui aggrapparsi per non portare a un riattivazione decisa del bear market neutralizzato lo scorso agosto 2012 (dopo l’intervento di Draghi, cui fecero seguito in rapida successione tutte le più importanti banche centrali).
A dire il vero sotto avremmo ancora lo statico posto sui 14900-15000, ma vedendo il grafico settimanale si capisce bene come difficilmente a quel punto si potrebbe andare oltre rimbalzi di brevissimo termine.

Una considerazione finale: ma tutta sta marea di soldi stampata e riversata sui mercati, e, guardando all’italia, tutta questa austerity, questa valanga di tasse, questo stato di polizia tributaria, etc etc…..cosa ha portato di buono finora( e non parlo certo dei mercati finanziari…..ma dell’economia reale ovviamente)????? a che diavolo è servito tutto questo???? vabbè….a qualcuno – e nei giorni scorsi abbiamo detto più volte chi- sicuramente è servito!!!!

FTSE MIB DAILY


FTSE MIB WEEKLY

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
1 commento Commenta
Anonymous
Scritto il 22 giugno 2013 at 17:50

>Qual è il supporto piu' importante sotto i 14900 del nostro indice?

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Dicembre (range 21833 / 22838 ) [ in atte
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con esclusiva finalità e
Ormai manca poco al 4 marzo, data in cui il popolo italiano sarà chiamato ad esprimersi nelle cabine elettorali. E’ un “tutti contro tutti” una gara a chi la spara più grossa, tanto che diventa persi
Ftse Mib: ancora un quadro tecnico incerto per l'indice italiano che, dopo aver avviato il rimbalzo nelle scorse sedute ieri, ha nuovamente mostrato debolezza non riuscendo neanche a sfiorare la resistenza dei
Guest post: Trading Room #274. E' stato un periodo di buoni recuperi,ma ritrovare i massimi di fine gennaio non sarà certo facile. Meglio monitorare quotidianamente l'andamento del FTSEMIB Un benvenuto ancor