Alcune considerazioni a pochi mesi dalla duplice operazione della casta ricompattata: rielezione Napolitano- governo Letta

Scritto il alle 08:50 da [email protected]

La rielezione di Napolitano(escogitata paradossalmente da quella vecchia volpe di Berlusconi, a cui tutto si può dire, meno che non sia un vero e proprio genio…. del male), avvenuta con la totale garanzia di avere già pronto un governo di larghe intese con tutta la casta nella sua interezza dentro(trombati e non…hanno resuscitato pure il più trombato di tutti, ossia Monti, è tutto dire), è stato il segnale più chiaro di quanto questa indecente classe politica che ci governa da 20 anni, facendo finta di farsi opposizione, alternandosi alla guida del paese – senza che mai cambiasse un bel nulla, se non in peggio – abbia reagito duramente, ricompattandosi come mai visto prima, di fronte al rischio rappresentato da Grillo e dal M5s. Con il plauso dell’Europa ovviamente che non poteva mancare!!!
Altro che cambiamento, altro che nuova legge elettorale, altro che stop ai privilegi e alle ruberie, altro che ripresa dietro l’angolo!!!
La paura di perdere privilegi e potere è stata più forte di tutto, e ha fatto venire meno anche l’apparente diatriba e gli scontri fra le parti visti violentemente anche in campagna elettorale,e poi, di colpo svaniti. Quelli del Pd hanno cosi paura che ora a Violante è venuto in mente addirittura di suggerire a Berlusconi di ricorrere alla corte costituzionale contro la legge Severino per salvarsi(ovviamente solo per evitare di costringere loro, per l’ennesima volta, di salvarlo!!!).

Tutto l’apparato burocratico, i media asserviti completamente(ora che tutti stanno assieme il lavoro di leccaculismo è molto piu semplice), i boiardi di stato, le lobby, tutti insieme si sono stretti attorno alla casta per fare fronte comune.
Il messaggio è chiaro: nulla deve cambiare. NULLA!!!

E se Grillo per un momento ha rappresentato la speranza che qualcosa potesse cambiare, subito dopo è arrivata la delusione, la depressione, è venuta meno totalmente la consapevolezza che anche solo possa esistere questa possibilità!!!

Missione compiuta dunque: e non fatevi prendere in giro, è questo l’unico motivo per cui stanno allegramente insieme….altro che per il bene degli Italiani!!!!

Ora tutti stanno dicendo(e le ultime tornate elettorali sono li a dimostrarlo, con percentuali di affluenza arrivate poco sopra il 50% ma destinate a breve ad andare sicuramente sotto questi livelli, come già visto a livello locale ovunque): “adesso basta, non vado più a votare…che si sparino, sono tutti la stessa cosa”.

Ah ah ah….esattamente quel che vogliono lorsignori!!! Il voto di Grillo si è polverizzato, lo si è visto subito ….ma loro che vadano pd+l, pd-l o scelta Miramonti non gliene frega niente, tanto non cambia nulla!!!
E se non lo avete capito dopo gli ultimi 20 anni, signori miei, non lo capirete mai più!!!

Quindi cari amici non vi meravigliate se la parte che produce ricchezza di questo paese(la lista è lunga e aggiornata quotidianamente: basta andare su google e scrivere aziende che hanno chiuso o delocalizzato nel 2012-2013), e che ne ha ancora le condizioni e la forza, scappa via a gambe levate , anche di notte e di nascosto(come ha fatto la Firem).
Questa è l’unica via possibile per la parte migliore di questo paese per continuare ad andare avanti. Solo chi non ne ha la possibilità(economica o per vincoli familiari o di altro tipo) non se ne va. Ma razionalmente la scelta è di una lucidità straordinaria!!!

Quello che rimane o verrà svenduto (siete pronti a vedere andare all’estero i nostri gioiellini statali????)o andrà a gambe all’aria.Con la Germania che ringrazierà di cuore!!!

Continuiamo, continuiamo pure a scannarci tra berlusconiani e antiberlusconiani(quando i nostri sono allegramente insieme a fare le porcate che hanno sempre fatto), tra juventini, milanisti, e interisti, etc etc etc…
Amen!!!!

 

 

CLICCA MI PIACE SULLA NOSTRA PAGINA PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

 

LEGGI PER SAPERE COME ISCRIVERTI AL BLOG CHIUSO TRADINGUPDOWN

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.9/10 (8 votes cast)
Alcune considerazioni a pochi mesi dalla duplice operazione della casta ricompattata: rielezione Napolitano- governo Letta, 8.9 out of 10 based on 8 ratings
1 commento Commenta
updown
Scritto il 27 agosto 2013 at 10:52

nota bene sulla vicenda Violante: -per quelli che ancora credono alle bufale che raccontano i giornali – la scusa del ricorso alla consulta sulla legittimità della legge Severino non è altro che l’ennesimo tentativo di prendere tempo(visti i tempi medi necessari) e lasciare Berlusconi senatore in grazia di dio per almeno 12-18 mesi. Non c’è altro motivo(sanno benissimo che la legge è assolutamente legittima, per non parlare del fatto che finora a nessuno era venuto sto dubbio …ma va….), e se Violante “il saggio de noartri” ha suggerito questo è perchè vogliono provare a evitare l’ennesima figuraccia al Pd di essere costretti a salvarlo loro, ancora una volta, er cavaliere!!!
Certo che è proprio vero: la giustizia è uguale per tutti(gli altri)!!!

Articoli dal Network di Finanza.com
La Banca Mondiale ha emesso per il mercato italiano una nuova Obbligazione per lo Sviluppo Sostenibile in dollari americani a tasso fisso. I proventi dell’obbligazione saranno utilizzati per attività di svil
Ftse Mib: prove di allungo per l'indice italiano che oggi tenta la rottura al rialzo dei 23.130 punti, ultimo livello importante di resistenza della fascia da noi più volte indicata compresa tra 22.860 e 23.130
La schizofrenia delle "machinette", il loro costante e continuo lavoro di giorno e di notte, testimonia, la paura e il panico che stanno per avvolgere i mercati alla fine di un ciclo economico e l'inizio del
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Marzo (range 21460 / 22938 ) [ uscita ri
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear market, ma che sarà propedeutica ad una correzione che potrebbe essere importante in concomitanza della prossim