Perchè i dati ufficiali ci dicono cose ben diverse dai dati reali che tocchiamo con mano tutti i giorni

Scritto il alle 14:44 da [email protected]

Le persone spesso sono disorientate da dati ufficiali che ci dicono una cosa e dati reali, quelli che nella vita di ognuno si toccano con mano ogni giorno, che ce ne dicono un altra. Va da sè che i dati ufficiali, come insegnano i maestri americani, spesso sono taroccati a piacimento(come le armi non convenzionali usate da Saddam-inesistenti- utilizzate da Bush per attaccare l’Iraq e impiccare il dittatore), ma state certi che la realtà che ognuno di noi vive non esclude a priori una parte di realtà, evidenziata invece nei dati ufficiali.

E’ ben evidente infatti come vi siano prezzi, che riflettono la manipolazione artificiale degli assets finanziari, oggetto dell’immensa liquidità con cui vengono inondati i mercati dal grande esperimento delle banche centrali, come ad esempio il petrolio, o anche le tariffe autostradali applicate dal monopolista protetto Benetton, che si sono impennati eccome, e hanno ricadute decisamente negative sulle nostre tasche.
Mentre ve ne sono altri che invece non solo non sono cresciuti, ma in qualche caso si sono ridotti, fino al 10-20%. E quali sono questi??? Semplice, tutti quelli che non beneficiano dell’immensa liquidità presente nel sistema, che non usufruiscono di monopoli protetti a tariffe controllate, e quindi i prodotti degli artigiani, le vendite dei commercianti, i prezzi praticati dai ristoratori e dagli alberghi, che per non chiudere e continuare a lavorare praticano prezzi scontati e ribassati per attirare i preziosissimi clienti che ancora hanno soldi da spendere.

Ma questo come è ovvio non genera ricchezza, anche perchè, soprattutto in Italia, le cose si complicano non poco, con pressione fiscale in aumento, controlli da stato di polizia tributaria(che fanno chiudere attivitirà per sciocchezze allucinanti), aggressione ai patrimoni da uno stato succhiasangue, e, come detto sopra, a causa dell’aumento vertiginoso dei prezzi di tanti beni indispensabili(difficile fare a meno dell’auto o dell’autostrada – soprattutto  per trasportare le merci-, sono beni che siamo costretti a utilizzare per lavorare e spostarci; per non dire poi che proprio su questi beni viene utilizzata la leva fiscale, ogni qualvolta c’è una necessità di far cassa da parte dei nostri politici- già hanno detto che per rinviare l’aumento dell’Iva per 3 mesi aumenteranno la benzina di 0,2 euro).
Ed ecco perchè le distorsioni nella redistribuzione della ricchezza continuano ad autoalimentarsi.

Ci sono attività che si stanno inventando di tutto per continuare a sbarcare a lunario, ma con nessuna possibilità di avere alcun ritorno sugli investimenti, e ammesso e non concesso che si riesca ad ottenere qualcosa, ci pensa lo stato con l’ennessimo balzello, nuovo o rivisto, a mangiarsela.

L’obiettivo è sempre lo stesso: resistere, tirare a campare, in attesa di tempi migliori e della ripresa dietro l’angolo che tutti da anni annunciano, ma che non arriva mai!!!!
Un esempio a caso: a rimini sono stato in un hotel a 4 stelle a maggio a 38 euro a notte, colazione compresa, davanti al mare(l’anno scorso lo stesso hotel era 78, due anni fa 90, sempre nel medesimo periodo)

Nel frattempo i patrimoni delle famiglie si assottigliano, sempre più, sempre più, in questa lunga, lentissima,estenuante agonia.

Certo, anche in Italia, i ricchi continuano ad esserlo sempre più: di sicuro dal 2008 ad ogi non ha risentito alcuna crisi il nostro ex premier Berlusconi, che ha visto crescere in maniera costante il proprio patrimonio, cosi come i Benetton( e vorrei vedere!!!), o Tronchetti provera, i banchieri(guardatevi gli stipendi dei principali manager bancari dal 2007 ad oggi, con i titoli che hanno perso mediamente dall’80 al 95% nello stesso periodo)

La liquidità è davvero smisurata, cosi come l’utilizzo della leva finanziaria: solo che siccome questa è concentrata in sempre più poche mani(che sono poi quelle che utilizzano a piacimento la leva), e gran parte delle famiglie e imprese medio piccole sono costrette a ridurre il debito e deleveraggiare con decisione, questa circola a gran velocità fra un gruppo ristretto di persone(e da qui si spiegano gli enormi rialzi delle aziende di lusso), e circola invece sempre meno  e a bassa velocità fra la stragrande maggioranza di persone che non hanno alcuna possibilità di accedervi.

Per concludere: non dimentichiamo in tutto questo la diminuzione dei salari(per chi ancora un posto di lavoro ce l’ha) data dalla netta perdita di potere di acquisto,  iniziata in maniera decisa da quando è arrivato l’euro. L’altro giorno un insegnante mi ha fatto vedere il suo ultimo stipendio netto in lire: 2.075.000 lire(1072 euro). Ora il suo stipendio netto è di 1375 euro. Ora provate a vedere voi quanto costava un pieno di carburante nel 2000-2001, o un pedaggio autostradale, o tante altre cose, e confrontatele con i prezzi attuali.

Il numero di persone che non ha più i soldi per comprare beni e servizi aumenta esponenzialmente, e ovviamente queste persone hanno costi cui dare priorità per non perdere tutto(vedi mutuo o altri debiti) e per continuare a tirare

Quando paghi i debiti(finanziamenti e/o mutui), paghi le bollette, le tasse, la benzina, sperando che non fumi e non bevi- sennò altro salasso, che c….o ti rimane per fare altro????

Questa è l’economia globale di oggi, questo è ciò che il grande esperimento delle banche centrali stra producendo ovunque. Da noi amplificato all’ennesima potenza da una classe politica e da una burocrazia indecente e dai costi elevatissimi. Per non parlare della enorme spesa pubblica improduttiva, vero fardello di questo dannato paese.

 

 

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

LEGGI QUI PER ISCRIVERTI AL BLOG CHIUSO TRADINGUPDOWN

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.8/10 (9 votes cast)
Perchè i dati ufficiali ci dicono cose ben diverse dai dati reali che tocchiamo con mano tutti i giorni, 8.8 out of 10 based on 9 ratings
6 commenti Commenta
draziz
Scritto il 5 settembre 2013 at 10:28

Stesso hotel dell’anno precedente, stessa stanza, prezzi inferiori, anno dopo anno…

Fatturati in calo, stesse strutture con cui operare, meno dipendenti, ma carico di lavoro superiore per quelli che restano, che spesso si adeguano ringraziando per non aver perso il posto.

Studi di settore: devi dimostrare un reddito superiore all’anno precedente, sennò vuol dire che evadi…
Le variazioni in diminuzione del personale dipendente devono trovare un riscontro in un minor utilizzo di corrente elettrica…
Chi glielo spiega, al cerebroleso che maneggia gli studi di settore, che la luce la devi tenere accesa lo stesso per attirare i clienti e per dare un servizio a quelli presenti e che ci sono dei consumi fissi anche se non entra nessuno (il ristorante deve comprare alimenti per la cucina, anche se non li trasforma perchè i clienti non entrano nello stesso numero di quando le cose andavano bene…) ?
Ecco pronte le statistiche che vedono un aumento del numero degli evasori…
Ma fatemi il favore! C’è troppa gente che scalda sedie e vive da parassita sul lavoro degli altri…

ilcuculo
Scritto il 5 settembre 2013 at 12:35

…per chi ancora un posto di lavoro ce l’ha….

Ma perchè moltii blog nuotano e sguazzano in questo stile qualunquista, cercate di non essere banali, cercate di evitare il tono delle discussioni che si possono fare al bar…

updown
Scritto il 5 settembre 2013 at 13:24

ilcuculo@finanza,

Capisco che a te possa anche non fregartene nulla, ma in un paese in cui la disoccupazione è, seconde le stime sottovalutate ufficiali al 12,5% e quella giovanile al 40%(con dati in costante peggioramento, visto che tutte le medie e grandi imprese soprattutto licenziano, e nessuna assume), credimi tutto è meno che una discussione banale o da bar….poi chiaro se ognuno guarda solo sotto al proprio naso, il tuo discorso non fa una grinza

draziz
Scritto il 5 settembre 2013 at 14:10

ilcuculo@finanza,

Mi permetto di dire che il qualunquismo ce lo sciorinano quotidianamente certi personaggi che prendono platealmente per il k…lo dicendo che la nostra nazione è ganza perchè lo spread si è ridotto, con un ottimismo artificiale che sa di proclami propagandistici tipo Istituto Luce in periodo bellico.
Questo post è stato scritto per sottolineare come la falsità ideologica e la falsa comunicazione continuino ad imperare ed a prendere per fesso l’uomo della strada e tutti quelli che aspettano solo il TG ed il quotidiano fresco di stampa per apprendere, alla stessa maniera dell’oroscopo, cosa sarà del loro futuro negando l’uso del proprio cervello e cullandosi nella falsa illusione che tutto tornerà a posto…

updown
Scritto il 5 settembre 2013 at 14:24

draziz@finanza,

Gli studi di settore sono fatti dagli stessi mentecatti che fanno pagare la tassa sulla spazzatura non in base al numero delle persone ma in base ai metri quadri. Ho visto la tares pagata da una famiglia di 6 persone il 60% in meno rispetto a un single(bada bene: scontata del 20% proprio per questo), che ha avuto la “sfiga” di ricevere in successione dal padre una casa sovradimensionata per le sue esigenze, e che ora lo sta dissanguando visto che lui fa l’insegnante. Mi spiegate come diavolo fa una persona sola a produrre più spazzatura di 6???? sono malati di mente….

draziz
Scritto il 5 settembre 2013 at 14:31

updown@finanzaonline,

No, è peggio: sono delinquenti in guanti bianchi autorizzati alla grassazione ed all’esproprio grazie a normative approvate da oligarchi autoreferenti che hanno preso in ostaggio la democrazia in nome di una fantomatica autorizzazione da parte del popolo (che viene puntualmente preso per il k…lo).
In sintesi: 800 anni di storia ma dal feudalesimo è cambiato poco…

Articoli dal Network di Finanza.com
La Banca Mondiale ha emesso per il mercato italiano una nuova Obbligazione per lo Sviluppo Sostenibile in dollari americani a tasso fisso. I proventi dell’obbligazione saranno utilizzati per attività di svil
Ftse Mib: prove di allungo per l'indice italiano che oggi tenta la rottura al rialzo dei 23.130 punti, ultimo livello importante di resistenza della fascia da noi più volte indicata compresa tra 22.860 e 23.130
La schizofrenia delle "machinette", il loro costante e continuo lavoro di giorno e di notte, testimonia, la paura e il panico che stanno per avvolgere i mercati alla fine di un ciclo economico e l'inizio del
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Marzo (range 21460 / 22938 ) [ uscita ri
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear market, ma che sarà propedeutica ad una correzione che potrebbe essere importante in concomitanza della prossim