Archivi categoria: Fed

Scritto il alle 12:03 da [email protected]

>Nel nostro consiglio di lettura odierno, una belle riflessione di Valerio Lo Monaco, del sito ilribelle.com , sui meccanismi perversi, dagli effetti aberranti, derivanti dalle folli politiche monetarie delle banche centrali negli ultimi anni a livello internazionali.In particolare, vorrei sottolineare … Continua a leggere

Scritto il alle 15:53 da [email protected]

>Torna nei nostri consigli di lettura, con grande piacere, Francesco Carbone e il sito Usemlab. Credo che questo suo ultimo intervento, pubblicato solo due giorni fa, sia assolutamente calzante per spiegare ancora una volta la follia del grande esperimento guidato … Continua a leggere

Scritto il alle 17:20 da [email protected]

>Torna sempre con grandissimo piacere sulle pagine di Diario di un trader il grande Francesco Caruso, ospite fisso ed immancabile dei nostri consigli di lettura.Buona lettura.Giugno è stato un appetizer di quello che accade quando si tira troppo la corda: “all-in” … Continua a leggere

Scritto il alle 08:00 da [email protected]

>Diciamo che Dagospia non è uno dei miei siti preferiti, però ogni tanto qualche perla la regala almeno( a differenza di buona parte dei siti di informazione italiani, che sanno solo usare la lingua e basta).In questo articolo che potete … Continua a leggere

Scritto il alle 10:19 da [email protected]

>” E ‘un massacro “, ha detto il presidente Confesercenti Marco Venturi. ” Ogni giorno 134 negozi, ristoranti e bar …. 224.000 aziende hanno chiuso le saracinesche da inizio della crisi economica globale nel 2008.””Ogni giorno cinque negozi alimentari verdi, … Continua a leggere

Scritto il alle 14:44 da [email protected]

>Abbiamo più volte parlato sulla pagine di Diario di un Trader dell’aberrante  grande esperimento delle banche centrali, e delle conseguenze disastrose che questo sta portando dal punto di vista delle ricadute sull’economia reale e a livello sociale (vedi il più … Continua a leggere

Scritto il alle 22:21 da [email protected]

>Chi come me vive di mercati finanziari, probabilmente dovrebbe solo ringraziare Bernanke e la Fed, Draghi e la Bce – che da quando è arrivato l’attuale presidente sta colmando velocemente tutti i gap possibili e immaginabili con gli altri colleghi … Continua a leggere

Scritto il alle 13:12 da [email protected]

>…..cominciano ad esserci buone possibilità che saranno “volatili per diabetici” – come diceva il commissario Auricchio !!!Era fine luglio 2012 quando il nostro indice si trovava in condizioni di grande criticità: come sempre più spesso è accaduto dal 2008 in … Continua a leggere

Scritto il alle 16:43 da [email protected]

>Eh si, cari amici di Diario di un trader, non c’è da meravigliarsi se la speculazione è già pronta a scatenarsi sulla nuova “preda”, ossia l’Italia.Da lunedi mattina il nostro indice è passato dai 16200 ai 15200 testati in queste … Continua a leggere

Scritto il alle 13:00 da [email protected]

>Le notizie arrivate in questi giorni da Cipro, con il salvataggio imposto dall’europa con un pesantissimo dazio da pagare per i correntisti delle banche cipriote, impongono senza ombra di dubbio una riflessione approfondita.Lo abbiamo detto e ridetto anche nei giorni … Continua a leggere

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembrava una settimana piatta e forse persin noiosa. In realtà è stata ricchissima di spunti che spesso l'occhio del trader non ha colto. Ma l'intermarket ha colto eccome. L'azionario USA ha continuato
Per fare un quadro tecnico e ciclico sul futures Dax, presento il Battleplan Biennale che per ora sembra rispettato con buona precisione. Dovrebbe essere in partenza il sesto Intermestrale che, rispetto al MIB,
Oggi rifacciamo il punto sul lungo periodo dell'FTSEMIB, il quale ha visto partire l’ultimo Intersemestrale formato da due Intermestrali in corrispondenza della linea verticale gialla di destra, che sarebbe do
Oggi analizzeremo il mercato americano più importante, ovvero l’S&P500. Nell’immagine si nota il Battleplan del ciclo Biennale che è abbastanza fedele all’andamento dei prezzi, ad eccezione dell’u
Maggiore consumo di carburante, anomalie e perdita di potenza al motore. Sarebbero queste le più frequenti anomalie riscontrate da quasi metà degli oltre 10mila automobilisti europei che finora hanno porta